Crea sito

Il concerto “Non ti ricordi…i canti della grande guerra” al Parco della Rimembranza

Sabato 5 settembre ore 21.30 il Vox Phoenicis terrà il suo primo concerto dopo il lockdown nello spazio restituito alla cittadinanza lauretana dopo i restauri inaugurati lo scorso 2 giugno.

Il 2 giugno scorso, festa della Repubblica Italiana, è stato inaugurato, seppur alla presenza delle sole istituzioni, il Parco della Rimembranza di Loreto all’interno del Bastione di Porta Marina. Sabato 5 settembre 2020 alle ore 21.30 sarà anche la musica a riaprire ufficialmente il restaurato bastione con il concerto “Non ti ricordi…i canti della Grande Guerra”, iniziativa voluta dal Comune di Loreto in collaborazione con la Pro Loco “Felix Civitas Lauretana”, e vedrà protagonista il Coro Vox Phoenicis diretto da Carlo Paniccià che ritorna ad esibirsi in concerto dopo il lockdown per la pandemia da COVID-19.

All’interno del nuovo spazio architettonico, che risplende della memoria dei soldati e dei civili che morirono durante le guerre mondiali che hanno segnato in maniera drammatica la prima metà del XX secolo, risuonerà l’originale suite di canti popolari italiani di montagna risalenti alla prima guerra mondiale nell’elaborazione per coro misto e pianoforte di Mario Lanaro e Mauro Zuccante oltre all’esecuzione di due brani originali tra cui “Tutti avevano la faccia del Cristo” di Battista Pradal. Il canto e la musica saranno alternati alla lettura di lettere di soldati al fronte grazie alla voce recitante Andrea Anconetani.

Il titolo dell’originale produzione, che ha ottenuto molto successo fin dal 2015 quando il Vox Phoenicis lo ha presentato per la prima volta in concerto, prende in prestito il primo verso del canto degli Alpini “Monte Canino” e ripresenta, con un rinnovato arrangiamento musicale, i canti di dolore e di spavalda e giovanile baldanza che sono ancora oggi nel repertorio dei cori alpini. Il Vox Phoenicis sarà accompagnato al pianoforte da Marco Mannini.

Il Parco della Rimembranza che ha trovato sede definitiva nella particolare cinta muraria di Loreto, voluta da Leone X per proteggere la “Villa di Santa Maria in Loreto” dall’assalto dei Turchi, è diventato un giardino della memoria con l’allestimento curato nei minimi dettagli. Nuove piantumazioni, pavimentazioni drenanti, illuminazione architettonica e, alla sua sommità dove si scopre il panorama della riviera del Conero, una innovativa struttura che può ospitare una sorta di teatro amovibile.

Il concerto si svolgerà nel rispetto delle normative per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Obbligatoria la prenotazione presso la Pro Loco di Loreto (corso Boccalini 2, Loreto): verrà rilasciato un tagliando per l’accesso da presentare la sera dell’evento.
Ingresso Libero.

 

una immagine dell’inaugurazione del restauro del Parco della Rimembranza del 2 giugno 2020

Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: