Crea sito

Non ti ricordi…i canti della Grande Guerra

In occasione del centesimo anniversario dall’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale e i 70 anni dalla fine della seconda guerra mondiale, il Coro “Vox Phoenicis” di Loreto ha prodotto il concerto “Non ti ricordi…i canti della Grande Guerra”.

Il concerto prevede l’esecuzione di una suite di canti popolari italiani di montagna risalenti alla prima guerra mondiale nell’elaborazione per coro misto e pianoforte di Mauro Zuccante e Mario Lanaro oltre all’esecuzione di due brani originali.

L’originale programma musicale ben si sposa in questo tempo di commemorazioni: gli Alpini hanno cantato durante le marce di trasferimento, nelle retrovie, nei rifugi, nei covi e nelle trincee; hanno cantato il terrore e lo sgomento che attanaglia l’animo dei soldati in prima linea.

Il concerto “Non ti ricordi…i canti della Grande Guerra”, che prende in prestito il primo verso del canto degli Alpini “Monte Canino”, vuole ripresentare con un rinnovato arrangiamento musicale questi canti di dolore e spavalda e giovanile baldanza che sono nel repertorio dei cori alpini. Esso si avvale della maggiore ampiezza polivocale del coro di voci miste accompagnato dal pianoforte.

La suite è composta dai seguenti canti di montagna e non:
– Monte Canino (elab. M.Lanaro)
– Ai preat (elab. M.Zuccante)
– Sui monti Scarpazi (elab. M.Zuccante)
– E le stellette (elab. M.Zuccante)
– Era una notte che pioveva (elab. M.Zuccante)
– Come porti i capelli (elab. M.Lanaro)
– Tapum (elab. M.Lanaro)
– Toni Bortolamoni (elab. M.Zuccante)
– Il testamento del Capitano (elab. M.Lanaro)
– Ninna nanna (elab. M.Zuccante)
– Era nato poveretto (elab. M.Zuccante)
– Monte Pasubio (elab. M.Lanaro)
– Tutti avevano la faccia del Cristo (orig. B.Pradal)
– La leggenda del Piave (elab. P.Paci)
– Dormono le cime dei monti (orig. M.Zuccante)
– Inno d’Italia (M.Novaro, G.Mameli)

Alle esecuzioni musicali vengono alternate alcune scelte letture di lettere di soldati al fronte a cura di Andrea Anconetani.

Il concerto prevede esecuzioni a cappella e accompagnate al pianoforte; si richiede la presenza di un pianoforte a quarto di coda o mezza coda.

Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: